La macchina Enigma

La macchina Enigma è un dispositivo elettromeccanico che permetteva la cifratura e la decifratura di un messaggio.

La macchina Enigma fu inventato nel 1918 dal tedesco Arthur Scherbius. Questi riuscì a meccanizzare i dischi cifranti inventati nel XV secolo dall’architetto italiano Leon Battista Alberti, a loro volta una versione sofisticata del cifrario di Cesare, che si basava sulla sostituzione di una lettera dell’alfabeto con un’altra lettera in base ad un codice cifrante.

La macchina Enigma era composta da una sequenza di tre pannelli elettrici composti da scambiatori che, partendo da una tastiera, portavano il segnale a un visore dove varie lampadine corrispondevano alle lettere dell’alfabeto. La combinazione degli scambiatori, stabilita da un codice cifrante, determinava la corrispondenza tra la lettera digitata sulla tastiera e quella che appariva sul visore. L’operatore, dopo aver impostato il codice, digitava il messaggio sulla tastiera e riportava su carta il messaggio cifrato che appariva sul visore. Il messaggio cifrato veniva digitato su una macchina Enigma, configurata con lo stesso codice, sul cui visore appariva il messaggio in chiaro.

Schema dei circuiti di Enigma
Schema dei circuiti di Enigma

La potenza della macchina Enigma stava nella velocità con la quale si generava il codice cifrato e nella difficoltà di decifrarlo, dato che le combinazioni possibili degli scambiatori erano 26 x 26 x 26 = 17.576, pari al numero di combinazioni possibili dell’alfabeto di 26 caratteri per il numero di pannelli presenti. Il codice era modificato giornalmente, impedendo di fatto la possibilità di decifrare in tempo utile i messaggi che venivano intercettati. Ricordiamo che al quel tempo non esistevano ancora elaboratori elettronici per automatizzare questo tipo di calcoli: i primi veri elaboratori furono costruiti proprio per risolvere i messaggi della macchina Enigma nei primi anni ’40.

La macchina Enigma determinò un salto di qualità nelle comunicazioni militari dei Tedeschi nel primo dopoguerra fino ai primi anni della Seconda Guerra Mondiale, ma vide anche una controffensiva degli alleati, in primis gli Inglesi, nel trovare contromisure.

Tedeschi che utilizzano Enigma per l'invio di messaggi cifrati
Tedeschi che utilizzano Enigma per l’invio di messaggi cifrati

Della storia di come gli Alleati sconfissero Enigma ne parliamo nell’articolo “La macchina per decifrare Enigma”.