agatha christie
Agatha Christie

Agatha Christie nasce il 15 settembre 1890 a Torquay, Inghilterra.
Agatha Christie è il pseudonimo di Agatha Mary Clarissa Miller; prende il cognome Christie dal primo marito e lo mantiene anche in seguito al divorzio per firmare i suoi libri.

Durante la Prima Guerra Mondiale lavora presso l’ospedale della cittadina, dove impara molto su veleni e medicinali; anche grazie a queste conoscenze, Agatha Christie scrive nell’ottobre 1920 il suo romanzo di esordio, Poirot a Styles Court. In questo suo primo romanzo fa la sua comparsa il personaggio di Hercule Poirot, ispettore belga protagonista di molte storie di successo, come Assassinio sull’Orient Express (1934) e Assassinio sul Nilo (1936).

Un altro personaggio particolarmente caro a Agatha Christie è Miss Marple, un’anziana signora curiosa, amante dei pettegolezzi (fonte principale di informazioni) in grado di risolvere difficili casi di omicidio con il buon senso e l’osservazione. Appare per la prima volta nel romanzo La morte del villaggio (1930) e in seguito protagonista di altri fortunati gialli, tra i quali ricordiamo Assassinio allo specchio (1962).

Le opere di Agatha Christie (più di un centinaio tra romanzi e racconti) sono state tradotte in tutte le lingue e sceneggiate per la radio, la televisione, il teatro e il cinema. Ne ricordiamo alcune tra le più conosciute: Dieci piccoli indiani, Trappola per topi, Sipario, La morte nel villaggio, Addio, Miss Marple!

Agatha Christie è autrice anche di romanzi biografici e sentimentali (con lo pseudonimo di Mary Westmacott), di racconti brevi e lavori teatrali. il suo successo presso il grande pubblico rimane tuttavia legato alla produzione di romanzi gialli.

Agatha Christie muore a Wallingford il 12 gennaio 1976.