Odissea riassunto breve libro per libro

6285
Odissea riassunto breve libro per libro

Odissea riassunto breve ma dettagliato di tutti i 24 libri dell’opera di Omero, con link agli approfondimenti e collegamenti.

L’Odissea come l’Iliade è un poema epico. Narra la storia del ritorno dell’eroe greco Odisseo (Ulisse per i Latini) nella sua patria, l’isola di Itaca, dopo la fine della guerra di Troia.

È diviso in 24 libri e composto da 12011 versi.

Odissea riassunto breve libro 1

Il poema si apre con il concilio degli dei.

Al concilio è assente Poseidone adirato con Odisseo che gli ha accecato il figlio Polifemo. Atena approfitta dell’assenza di Poseidone e supplica Zeus di liberare l’eroe, prigioniero nell’isola di Ogigia della ninfa Calipso, innamorata di lui.

Atena ottiene il consenso di Zeus e si reca a Itaca; qui sotto mentite spoglie si presenta a Telemaco, figlio dell’eroe e della sua sposa Penelope. La donna da anni respinge le proposte di matrimonio di un gruppo di pretendenti Proci. Costoro si sono insediati nella reggia e pensano di sostituirsi a Odisseo, da vent’anni ormai assente dalla patria.

Atena infonde nel giovane Telemaco il desiderio di fare ricerche sulla sorte del padre recandosi presso i suoi antichi compagni d’armi. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 2

Il giorno seguente, Telemaco riunisce in assemblea gli Itacesi. Dopo essersi rivolto ai tracotanti pretendenti con insolita energia, si procura una nave e parte clandestinamente in cerca di notizie. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 3

Inizia il viaggio di Telemaco, che per la prima volta si allontana dalla patria. Giunto a Pilo, incontra il vecchissimo Nestore, che non è in grado di dirgli nulla del padre ma lo ospita onorevolmente.

Quindi insieme al figlio di Nestore, Pisistrato, Telemaco riprende il viaggio. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 4

Telemaco e Pisistrato giungono a Sparta; Menelao li accoglie amichevolmente. Il banchetto, a cui partecipa anche la moglie Elena, è l’occasione per narrare le imprese di Odisseo a Troia e l’astuzia del cavallo di legno. Poi Menelao parla delle proprie peripezie, avvenute nel viaggio di ritorno; del suo incontro in Egitto con il profetico demone marino Proteo, dal quale ha saputo che Odisseo è ancora vivo ma prigioniero di Calipso su un’isola lontana. Infine il racconto tocca il destino di Agamennone, un altro dei grandi eroi della guerra di Troia, ucciso a tradimento da Egisto.

A Itaca, nel frattempo, i pretendenti progettano di eliminare Telemaco non appena farà ritorno a casa. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 5

Zeus segue il consiglio di Atena e invia Ermes da Calipso per ingiungerle di lasciare partire l’eroe.

La ninfa, a malincuore e dopo aver tentato un’ultima volta di trattenerlo, aiuta Odisseo a costruire una zattera con cui abboandonare l’isola di Ogigia.

Quando l’eroe è ormai in vista dell’isola dei Feaci, Poseidone suscita contro di lui una terribile tempesta. La zattera è distrutta dai flutti, ma Odisseo si salva grazie all’intervento della dea marina Leucotea, che gli dona un velo magico da stendere sotto il petto per raggiungere a nuoto la riva. Una volta a terra, cade in un sonno profondo. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 6

Al risveglio, Odisseo incontra Nausicaa, figlia di Alcinoo, il re dei Feaci. È venuta con le compagne a lavare i panni sulla riva del mare.

La fanciulla ispirata da Atena, accoglie fiduciosa lo straniero; gli offre vesti con cui coprirsi e lo indirizza al bosco sacro di Atena; da qui potrà poi raggiungere la reggia. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libri 7 e 8

Giunto presso i sovrani dei Feaci, Alcinoo e Arete, l’eroe è accolto ospitalmente a palazzo; racconta le avventure affrontate dopo la partenza dall’isola di Calipso, ma evita ancora di rivelare il proprio nome.

Il giorno dopo partecipa a un banchetto, nel corso del quale l’aedo Demodoco canta le vicende della guerra di Troia; ascoltandole, Odisseo si commuove fino alle lacrime; il re Alcinoo insiste allora perché l’ospite sveli la sua identità. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 9

L’eroe si rivela e inizia a raccontare le sue avventure (che occupano i libri 9-12).

Dopo aver lasciato Troia, la piccola flotta di Odisseo sbarca sulla costa della Tracia dove avviene un sanguinoso scontro con i Ciconi, che abitano quelle terre.

Poi una tempesta fa approdare le navi presso i Lotofagi. Questi si nutrono di un cibo capace di dare l’oblio e far dimenticare la patria, ma Odisseo riesce a distogliere i compagni e a riportarli sulle navi.

Successivamente approdano all’isola dei Ciclopi. Qui, Odisseo e un gruppo di compagni si avventurano fino alla grotta del ciclope Polifemo, ma restano prigionieri del mostro, che dimora vari uomini.

Grazie alla sua astuzia però Odisseo ubriaca il Ciclope, lo acceca con un palo arroventato e riesce a fuggire dalla grotta con i compagni superstiti; Polifemo li maledice invocando contro di loro l’ira del suo padre divino, Poseidone. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 10

Odisseo e i compagni approdano poi all’isola di Eolo, re dei venti. Il dio li accoglie in modo amichevole e come dono ospitale consegna a Odisseo un otre in cui sono chiusi i venti contrari al ritorno in patria.

Purtroppo, quando ormai sono in prossimità di Itaca, Odisseo si addormenta sfinito dalla stanchezza; i compagni curiosi aprono l’otre e una tempesta sospinge di nuovo le navi in alto mare.

Nella terra dei Lestrigoni, giganti cannibali, le navi sono attaccate; solo quella di Odisseo sfugge al massacro. I superstiti sbarcano all’isola Eea, regno della maga Circe, che trasforma gli imprudenti compagni di Odisseo in porci; solo con l’aiuto divino di Ermes, che gli dona un’erba magica, l’eroe riesce a salvarsi e ad ammansire la maga, tanto da convincerla a restituire ai compagni la forma umana. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 11

Circe ordina a Odisseo di scendere nel regno dei morti per ricavarne profezie sul suo viaggio. Qui egli incontra la madre; poi l’indovino Tiresia, Agamennone, Achille e altri eroi. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 12

Lasciata Eea, la nave costeggia l’isola delle Sirene. Queste ammaliano col canto i marinai e li uccidono; ma Odisseo tura con la cera le orecchie dei compagni e si fa legare all’albero della nave, in modo da poter ascoltare il loro canto.

Così il pericolo è superato, ma se ne approssima un altro: Scilla e Cariddi. Sono, rispettivamente, un mostro cannibale e un gorgo che bloccano il passaggio dello stretto. Scilla divora alcuni compagni di Odisseo, ma la nave riesce a passare e approda in Sicilia, dove pascolano le vacche del dio Sole.

La fame induce i compagni di Odisseo a uccidere degli animali. Il sacrilegio è immediatamente punito. Non appena la nave riprende il mare, si alza una tempesta che la distrugge. Solo Odisseo si salva, aggrappandosi a un ramo d’albero che sporge sopra lo spaventoso gorgo di Cariddi e poi ai rottami della nave riemersi per il riflusso. Su questi rottami Odisseo va alla deriva per nove giorni, finché giunge all’isola di Calipso. Si chiude così la narrazione presso la corte dei Feaci delle peripezie di Odisseo. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 13

Il racconto di Odisseo commuove Alcinoo, che gli mette a disposizione una nave perché possa ritornare a Itaca. L’eroe raggiunge la sua patria con una navigazione prodigiosa.

A Itaca, nuovi pericoli lo attendono; perciò Atena lo trasforma in un vecchio mendicante, perché possa muoversi liberamente e preparare la strage dei pretendenti. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 14

Il primo uomo che il finto mendico incontra è il porcaro Eumeo, un vecchio e fedele servo di casa. Questi accoglie amichevolmente lo straniero nella sua capanna. A lui l’eroe racconta di essere un soldato cretese, di aver partecipato alla guerra di Troia e di aver conosciuto Odisseo. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 15

Telemaco, sollecitato da Atena, affretta il ritorno da Sparta. Con l’aiuto della dea riesce a eludere l’agguato dei Proci. Si dirige alla capanna di Eumeo. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 16

Al suo arrivo Telemaco viene accolto nella capanna di Eumeo. Qui avviene il riconoscimento fra lui e il padre; quest’ultimo espone il suo piano per punire i pretendenti. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 17

Il giorno successivo, Odisseo, vestito di cenci, ed Eumeo si avviano verso il palazzo. Ad accogliere l’eroe sulla porta della reggia è il vecchio cane Argo, ormai morente, che ha tuttavia il tempo di riconoscere il padrone.

L’eroe entra come mendico nella reggia; qui sperimenta l’arroganza dei Proci e soprattutto di Antinoo. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 18

Odisseo subisce varie angherie e provocazioni da parte dei Proci. In particolare essi lo costringono a combattere con un altro mendicante, Iro. L’eroe lo batte in una rustica gara di pugilato. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 19

Nella reggia Odisseo rassicura Penelope sul ritorno del suo sposo, ma non è creduto. La moglie comunque lo accoglie e ordina alla nutrice Euriclea di preparargli un bagno. La vecchia lo riconosce da una cicatrice di caccia che porta su una coscia; Odisseo le impone però il silenzio. Intanto Penelope promette che sceglierà un nuovo sposo al termine di una gara con l’arco: chi riuscirà a tendere l’arco di Odisseo e a far passare una freccia attraverso una serie di anelli sarà il prescelto. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 20

A palazzo si prepara una grande festa: vengono anche Eumeo, il mandriano Filezio e il capraio Melanzio; i primi due fedeli a Odisseo, il terzo seguace dei pretendenti. Durante il banchetto Odisseo subisce nuovi oltraggi. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 21

Penelope porta l’arco di Odisseo, che più nessuno aveva maneggiato dopo la sua partenza. A questo punto Odisseo si rivela ai due servi fedeli e ottiene il loro appoggio.

Inizia la gara. Telemaco, e poi i pretendenti, cercano di tendere l’arco senza riuscirci. Per ultimo si presenta Odisseo e ottiene di provare anche lui: l’arco tra le sue mani si tende come se fosse vivo e la freccia passa attraverso gli anelli. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 22

Odisseo si libera dagli stracci e trafigge Antinoo con la prima freccia. Poi rivela a tutti la sua identità; inizia a colpire i pretendenti e li stermina; risparmia solo il cantore Femio e l’araldo Medonte, che gli erano rimasti fedeli. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 23

Tutto ciò ancora non basta perché Penelope lo riconosca. Soltanto quando Odisseo le mostra di essere a conoscenza di un particolare riguardante la costruzione del loro letto nuziale, che egli stesso aveva intagliato nel tronco di un olivo, la donna abbandona ogni dubbio. I due, dopo tanti anni, si ritrovano nel loro letto e godono l’amore. Per un approfondimento leggi qui.

Odissea riassunto breve libro 24

Le anime dei pretendenti, guidate da Ermes, giungono nell’Ade; qui incontrano le ombre di Achille e Agamennone.

Intanto Odisseo fa visita al vecchio padre Laerte e si fa riconoscere.

Una breve lotta civile, conclusa con la mediazione di Atena e con patti di pace tra la famiglia di Odisseo e quelle dei pretendenti uccisi, segna il trionfo di Odisseo e il suo reinsediamento nella reggia. Per un approfondimento leggi qui.