equinozi e solstizi

Equinozi e solstizi segnano l’alternarsi delle stagioni astronomiche. I solstizi sono due (solstizio d’estate e solstizio d’inverno) così come pure gli equinozi (equinozio di primavera ed equinozio d’autunno).

Equinozi e solstizi

Il solstizio d’estate si verifica ogni anno tra il 20 e il 21 giugno, mentre il solstizio d’inverno si verifica ogni anno tra il 21 e il 22 dicembre. Essi segnano l’inizio astronomico di queste due stagioni (estate e inverno).

Nell’emisfero boreale (quello settentrionale in cui si trova anche l’Italia) durante il solstizio d’estate si ha la massima durata del periodo di luce, mentre in quello stesso giorno nell’emisfero australe si ha il maggior numero di ore di buio e inizia l’inverno.

Il contrario avviene nel solstizio d’inverno.

L’equinozio di primavera si verifica ogni anno tra il 20 e il 21 marzo mentre quello d’autunno si verifica tra il 22 e il 23 settembre. Durante gli equinozi di primavera e d’autunno sul pianeta la durata del periodo di luce e la durata del periodo di buio si equivalgono.

Equinozi e solstizi

Solstizio d’estate, 20/21 giugno

Nell’emisfero boreale i raggi giungono poco inclinati: inizia l’estate. Nell’emisfero australe inizia l’inverno.

Sostizio d’inverno, 21/22 dicembre

Nell’emisfero boreale i raggi giungono molto inclinati: inizia l’inverno. Nell’emisfero australe invece i raggi sono più dritti e inizia l’estate.

Equinozio di primavera, 20/21 marzo

I raggi del Sole giungono perpendicolari all’Equatore: nell’emisfero boreale inizia la primavera; nell’emisfero australe inizia l’autunno.

Equinozio d’autunno, 22/23 settembre

I raggi del Sole sono nuovamente perpendicolari all’Equatore e si sposteranno sempre più a sud. Nell’emisfero boreale inizia l’autunno, in quello australe la primavera.

Le stagioni

Ciò dimostra che a determinare le stagioni è l’inclinazione dell’asse terrestre rispetto al piano orbitale.

La Terra ruota attorno al Sole rimanendo leggermente inclinata. I raggi solari perciò in un certo momento giungono perpendicolari al Tropico del Cancro, quindi nell’emisfero Nord fa più caldo; poi a mano a mano che la Terra si sposta lungo l’orbita, progressivamente l’angolo formato dai raggi solari cambia fino a che essi diventano perpendicolari al Tropico del Capricorno: allora è estate nell’emisfero Sud.