Giosuè, il successore di Mosè, personaggio biblico

Giosuè è un personaggio biblico, vissuto nel XII secolo a.C. Il suo nome significa “Dio salva”. È il successore di Mosè.

Nato schiavo in Egitto, aveva quarant’anni al tempo della fuga degli ebrei dall’Egitto guidata da Mosè; ottanta quando Dio lo indicò come nuovo capo della comunità; centodieci quando morì.

Le storie di Giosuè sono narrate nel libro che porta il suo nome.

I primi cinque capitoli del Libro di Giosuè descrivono la preparazione per la conquista della Terra promessa. Dal sesto al dodicesimo capitolo è narrata la storia della conquista del territorio. Dal capitolo 13 al 22 troviamo la ripartizione delle terre conquistate. Negli ultimi due leggiamo le esortazioni di Giosuè al popolo che ha guidato alla conquista del Paese.

La prima città a essere conquistata è Gerico.

La prostituta Raab

Giosuè manda a Gerico due spie per raccogliere informazioni e per osservare il territorio. I due si recano a casa della prostituta Raab per passarvi la notte. La loro presenza però non passa inosservata e il re di Gerico ne è informato.

Raab, interrogata in proposito, dà al re la falsa informazione che le spie degli israeliti se ne sono già andate dalla città e non resta che inseguirle.

Quando gli inseguitori hanno lasciato Gerico per mettersi sulle loro tracce, Raab fa calare dalla sua casa le due spie e dà loro le indicazioni necessarie per sfuggire alla cattura. Fa questo in cambio di una promessa: la salvezza per sé e per tutta la sua famiglia quando Gerico sarà presa.

Il passaggio del Giordano

Per entrare nella città di Gerico bisogna però attraversare il fiume Giordano. Dio interviene nuovamente: l’acqua che scorre nel fiume si ferma a monte, lasciando il greto asciutto; tutti possono passare all’altra riva, dopodiché il fiume riprende a scorrere.

La conquista di Gerico

La conquista di Gerico avviene seguendo gli ordini precisi dati da Dio: la città fortificata crolla senza nemmeno utilizzare un’arma. Gli israeliti, infatti, seguendo il comando di Dio, marciano per sette giorni attorno alle mura di Gerico. L’ultimo giorno allo squillo delle trombe le mura della città crollano.

Giosuè conquista le altre città e le spartisce

In seguito Giosuè conquista Ai e Gabaon. Le conquiste continuano per molti anni, finché non conquista la Terra di Canaan. Poi, suddivide il territorio conquistato tra le varie tribù.

Morte di Giosuè

Giosuè muore a centodieci anni. Morto Giosuè gli ebrei sono guidati dai Giudici. Tra essi, ricordiamo Debora e Sansone.