la dodicesima notte

La dodicesima notte (o quel che volete) è una commedia in cinque atti in prosa e in versi di William Shakespeare, scritta tra il 1599 e il 1601.

È una commedia dal ritmo frenetico, corale, fondata sugli equivoci, sugli scambi di identità e di genere. Collocata alla fine del regno di Elisabetta I, segna il culmine della stagione delle commedie d’amore di Shakespeare e precede quella delle grandi tragedie.

Il titolo allude alla festa della dodicesima notte (corrispondente all’Epifania) chiamata in questo modo per il numero dei giorni (12) che trascorrono dal Natale fino alla festività.

La dodicesima notte trama

La trama de La dodicesima notte (o quel che volete) narra la storia di due fratelli gemelli, Viola e Sebastian, naufragati sulle coste dell’Illiria, antica regione dei Balcani occidentali. Ciascuno dei due crede che l’altro sia morto nel naufragio.

Viola si traveste da uomo, credendosi più sicura come uomo che come donna, ed entra a servizio del duca Orsino sotto il falso nome di Cesario.

Viola si innamora del duca Orsino, che è a sua volta innamorato della dama Olivia, in lutto per la morte del fratello. Il duca Orsino usa Viola/Cesario come messaggero d’amore presso la nobildonna, che si innamora proprio della giovane travestita da uomo.

A complicare le cose, approda sulle coste dell’Illiria Sebastian, il fratello gemello di Viola. Il giovane si presenta dal duca Orsino sotto mentite spoglie insieme ad Antonio, l’uomo che gli ha salvato la vita. Il duca accoglie Sebastian, mentre fa arrestare Antonio, in quanto suo vecchio nemico.

Intanto a causa della sua somiglianza con la sorella, Sebastian si ritrova coinvolto suo malgrado nel triangolo amoroso della vicenda principale.

Lo zio di Olivia, sir Toby Belch, propone alla nipote sir Andrew Aguecheek, suo compagno di bevute, come suo fidanzato. Maria, la cameriera di Olivia, lo descrive come un idiota e ubriacone (e il suo punto di vista si rivela essere quello giusto).

Intanto, il personale di corte convince Malvolio, il maggiordomo di Olivia, che questa è innamorata di lui. Accetta dunque di indossare stravaganti calze gialle con giarrettiere a croce e una maschera – un sorriso ebete e fisso – trasformadosi in una folle marionetta, divertente e cupa.

Nella scena finale, quando Sebastian fa il suo ingresso in scena, i due fratelli si ritrovano e finiscono per sposare rispettivamente Orsino – che capisce di essere innamorato di Viola – e Olivia – che essendo già innamorata della Viola travestita da uomo, non deve far altro che unirsi al di lei gemello Sebastian.

Al lieto fine delle due coppie fa da contrasto l’ira di Malvolio, che, avendo compreso di essere stato raggirato, giura vendetta.