La sera del dì di festa. Parafrasi, analisi, commento

La sera del dì di festa Leopardi parafrasi, analisi, commento.

La sera del dì di festa composta da Giacomo Leopardi a Recanati, nella primavera del 1820. Pubblicata per la prima volta, con gli altri idilli, sul Nuovo Ricoglitore nel 1825, col titolo La sera del giorno festivo, poi nei Versi del 1826 e nei Canti del 1831. Il componimento assunse il titolo attuale solo nel 1835, quando l'amico Antonio Ranieri curò la pubblicazione della seconda ...

Caro amico di Studia Rapido, per continuare la lettura di questo articolo, registrati con la tua email.

REGISTRATI

Se sei già registrato inserisci la tua email e password qui sotto.

Grazie e buona lettura!