Andromaca tragedia di euripide
Jacques Louis David, Il dolore di Andromaca, particolare, museo del Louvre

Riassunto di letteratura greca. Andromaca tragedia di Euripide.

Andromaca di Euripide fu composta intorno al 419 a.C. Non si conoscono i titoli né delle altre due tragedie né del dramma satiresco che chiudeva la trilogia. Non fu rappresentata in Atene, per cui non si ebbe concorso.

Andromaca tragedia di Euripide: la trama

Andromaca, la vedova di Ettore, è divenuta concubina del suo nuovo signore, Neottolemo, re dell’Epiro e figlio di Achille. Andromaca è odiata da Ermione, figlia di Menelao e di Elena e moglie legittima di Neottolemo. Andromaca è dunque costretta a fuggire con Molosso, il figlio avuto dal re, e si rifugia nel tempio di Teti.

Neottolemo intanto si è recato a Delfi a compiere un solenne sacrificio espiatorio al dio da lui precedentemente offeso. In sua assenza, Ermione, con l’aiuto del padre, decide di uccidere Andromaca e Molosso.

Ermione e Menelao quindi raggiungono Andromaca che si è rifugiata presso un altare sacro alla dea Teti. Andromaca sta per essere spietatamente uccisa, quando giunge in scena – mandato a chiamare da Andromaca tramite una fida ancella – Peleo, padre di Achille e, quindi, nonno di Neottolemo. Peleo riesce a far liberare Andromaca e Molosso e si allontana con essi.

Ermione vorrebbe uccidersi per la disperazione, ma viene salvata da Oreste. Oreste è figlio di Agamennone e Clitennestra e un tempo era stato promesso sposo di Ermione. Oreste conduce Ermione con sé, a Delfi. A Delfi, Oreste vuole uccidere Neottolemo che, a suo tempo, gli ha strappato la sposa (Ermione) a lui promessa da Menelao.

A Delfi, Oreste riesce a sobillare il popolo contro Neottolemo, che viene ucciso all’uscita dal tempio. Il vecchio Peleo è disperato perché vede estinta la sua stirpe. Viene consolato dalla sua divina sposa, Teti, che gli predice che Molosso, sua progenie, darà inizio alla stirpe degli Eacidi, che dominerà sulla terra dei Molossi. Lo stesso Peleo godrà di vita immortale presso la sua sposa nella casa di Nereo, padre di Teti, e potrà anche rivedere, nell’isola di Leuce nel mar Nero, l’adorato suo figlio Achille.

Per un approfondimento leggi Le tragedie di Euripide: caratteri, trame, personaggi