Arte bizantina: caratteristiche, riassunto completo

L’arte bizantina nasce a Bisanzio, capitale dell’Impero romano d’Oriente, ribattezzata Costantinopoli dall’imperatore Costantino (274-337) nel IV secolo d.C.

L’imperatore Costantino (274-337) dotò Costantinopoli di chiese, edifici pubblici e di un grande palazzo imperiale. La fase artistica più fiorente dell’arte bizantina corrisponde però agli anni in cui fu imperatore Giustiniano (527-565). Sotto Giustiniano venne ricostruita la Basilica di Santa Sofia a Costantinopoli (oggi Istanbul), poi trasformata in moschea e attualmente in museo.

L’arte bizantina a Ravenna

Ravenna è la città italiana che meglio rappresenta l’arte bizantina. A Ravenna troviamo:

L’arte bizantina: caratteristiche

Dal punto di vista stilistico, essa deriva dall’arte ellenistico-romana, ma si arricchisce di elementi orientali, dando vita a un linguaggio originale. Gli edifici religiosi mostrano le qualità più innovative dell’arte bizantina.

Gli edifici religiosi sono caratterizzati da grande solennità degli spazi interni, cui si contrappone la semplicità degli esterni.

Muta anche l’organizzazione degli spazi: si predilige la pianta centrale, in particolare a croce greca, cioè con quattro bracci di uguale lunghezza.

Si fa largo uso di archi sorretti da colonne e di coperture a volta e a cupola.

Nelle arti figurative si afferma il gusto per la decorazione raffinata, ottenuta soprattutto mediante la tecnica del mosaico. Le figure sono piatte, prive di volume; allo stesso modo i rari scenari architettonici sono privi di profondità.

La pittura bizantina si esprime con grande maestria nella realizzazione di immagini sacre della Madonna, di Cristo o di santi, dipinte a mezzo busto su tavole di legno; sono molto espressive, perché il loro scopo è di esprimere la spiritualità del messaggio religioso.

In scultura, è molto amato il bassorilievo. Un materiale usato per i bassorilievi è l’avorio, considerato simbolo di potere e adoperato per oggetti particolarmente preziosi, sia profani sia religiosi.