carlo alberto dalla chiesa

3 settembre 1982 viene assassinato il generale dei carabinieri Carlo Alberto dalla Chiesa.

Il 3 settembre 1982 viene ucciso il generale dei carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, allora prefetto di Palermo con il compito di coordinare le forze impegnate contro la mafia.

Viene ucciso a Palermo, in via Isidoro Carini, insieme alla seconda moglie Emanuela Setti Carraro e all’agente di scorta Domenico Russo.

Il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa non godeva in Sicilia di poteri e appoggi politici adeguati. Aveva mezzi troppi limitati e una protezione sicuramente non sufficiente.

Dopo l’assassinio, all’interno del tribunale di Palermo si costituì un gruppo di magistrati deciso ad aprire nuovi indagini. Tra essi si distinsero soprattutto i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Tra il 1983 e il 1988, per mezzo di pentiti come il boss mafiosoTommaso Buscetta, furono istruiti importanti processi contro moltissimi mafiosi. Emersero anche le relazioni esistenti tra l’organizzazione mafiosa e il potere politico.