Nascita del linguaggio: quando l’uomo iniziò a parlare

427
nascita del linguaggio

Nascita del linguaggio articolato, ovvero: quando l’uomo iniziò a parlare?

Per milioni di anni gli ominidi si sono espressi soltanto a gesti ed emettendo dalla gola suoni rauchi e indistinti.

 

Nascita del linguaggio

Secondo alcuni studiosi, l’uomo incominciò a parlare effettivamente quando intervennero dei cambiamenti anatomici nella faringe, la cavità entro cui sono racchiuse le corde vocali; secondo altri, quando si modificò la struttura del cervello, rendendo possibile l’articolazione delle parole.

Probabilmente l’unione di entrambi questi elementi diede origine al linguaggio articolato.

 

L’homo sapiens e lo sviluppo del linguaggio

Secondo alcuni studiosi, è l’homo sapiens il primo essere umano con la forma della bocca e degli organi della gola adatti a parlare.

Ciò che conta è che per mezzo del linguaggio, gli uomini preistorici furono in grado di stabilire rapporti sociali più complessi. Tra l’altro, essi poterono trasmettere informazioni. Per esempio, gli adulti poterono educare i giovani insegnando loro le proprie conoscenze, come accendere il fuoco, cacciare gli animali, curarsi con le erbe.

Queste conoscenze poi si consolidarono e si ampliarono nelle generazioni successive. Di conseguenza, la tecnologia poté svilupparsi e diffondersi sempre di più.