Parità di genere: tema sull’uguaglianza tra uomo e donna

237
Parità di genere

Parità di genere tema svolto sull’uguaglianza tra uomo e donna da cui prendere spunto.

Parità di genere significa che maschi e femmine hanno gli stessi diritti. Essa è affermata sia dalla Costituzione italiana sia dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’uomo. Eppure l’uguaglianza di genere è ancora un obiettivo da raggiungere appieno.

Garantire la parità di genere vuol dire assicurare pari opportunità a tutti, maschi e femmine, per poter studiare, lavorare e realizzare i propri sogni.

Uguaglianza di genere significa uguaglianza fra cittadini e per affermarla è necessario eliminare i pregiudizi e la violenza sulle donne che ancora oggi limitano la libertà di moltissime di loro.

La parità di genere nella Costituzione italiana

La parità di genere è garantita dalla Costituzione della repubblica italiana nel vasto quadro dei diritti dell’essere umano, riconosciuti dall’articolo 2 come inviolabili, e in quello proclamato all’articolo 3 della pari dignità sociale e dell’uguaglianza di tutti i cittadini «senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali».

A questi articoli, che fanno parte dei Principi fondamentali della nostra Costituzione, ne sono collegati altri, vale a dire: nel Titolo III (“Rapporti economici”) l’articolo 37 sui diritti della donna lavoratrice; nel Titolo IV (“Rapporti politici”) l’articolo 51 sulle pari opportunità di uomini e donne per l’accesso a cariche pubbliche ed elettive.

Uguaglianza di genere: condizione indispensabile per costruire un mondo prospero e in pace

La parità di genere non è solo un diritto umano fondamentale, ma è una condizione indispensabile per costruire un mondo prospero e in pace.

Garantire alle donne e alle ragazze parità di accesso all’istruzione, alle cure mediche, a un lavoro dignitoso, così come la rappresentanza nei processi decisionali, politici ed economici, non vuol dire soltanto affermare i diritti delle donne, ma anche promuovere l’interesse dell’intera comunità.

Parità di genere nel lavoro

Le donne guadagnano in media il 23% in meno degli uomini; hanno più difficoltà a trovare e mantenere un posto di lavoro sicuro. Le ragioni di questo fenomeno variano da Paese a Paese, ma in genere si può ricondurre a tre ordini di problemi:

le donne, soprattutto nei Paesi poveri, hanno più difficoltà ad accedere all’istruzione: mandare le bambine a scuola, non è considerato importante e, in alcuni casi, è ritenuto addirittura dannoso;

in varie parti del mondo è ancora diffusa l’idea che la donna non sia in grado di svolgere i lavori che fa l’uomo o di farli bene come lui. Inoltre, persiste l’idea che il ruolo principale della donna sia badare alla casa e ai figli;

sono ancora troppo poche le donne che guidano governi, partiti politici e che fanno parte di Parlamenti. Alla fine del 2019, solo 10 Paesi su 193 avevano un capo di governo donna, nonostante la popolazione femminile sia quasi uguale a quella maschile.

La parità di genere è il 5° obiettivo globale dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, cruciale per il raggiungimento di tutti gli altri.

Se cerchi un altro tema sulla donna e la sua condizione, leggi qui: Emancipazione femminile dalla Rivoluzione francese a oggi.

Se invece vuoi svolgere da solo il tema argomentativo segui le nostre dritte: Come scrivere un tema argomentativo.