Scrittura cuneiforme: la scrittura dei Sumeri

La scrittura cuneiforme è comparsa nel 3200 a.C. circa ed è una delle invenzioni più straordinarie dei Sumeri.

Questo tipo di scrittura è detta “cuneiforme” perché i segni impressi su tavolette di argilla fresca utilizzando lo stilo (un’asticella con la punta triangolare) sono a forma di cuneo (ossia a triangolo).

Molte di queste tavolette sono durate nel tempo e giunte a noi perché erano fatte essiccare al sole e poi cotte. La decifrazione delle tavolette d’argilla ha permesso agli studiosi di ricavare preziose informazioni sulle vicende storiche, l’organizzazione sociale ed economica, la mitologia e la religione dei popoli del Vicino Oriente antico.

La scrittura dei Sumeri

I Sumeri usavano un sistema misto con simboli convenzionali: alcuni simboli rappresentavano oggetti e altri rappresentavano suoni (fonogrammi). Col tempo i disegni diventarono sempre più astratti e cominciarono a indicare non più le cose, ma i suoni. Era l’inizio di quello che sarebbe diventato il nostro sistema di scrittura, quello fonetico.

La scrittura cuneiforme sumera era così complicata che occorrevano molti anni per imparare a leggere e a scrivere. Le uniche persone che sapevano scrivere erano gli scribi. Per diventare scribi, i Sumeri dovevano frequentare una scuola. Solo i figli maschi delle famiglie più ricche potevano frequentarla.

L’utilizzo della scrittura sumera era inizialmente legato a scopi contabili, cioè come strumento per la registrazione delle entrate e delle uscite dal tempio e dal palazzo. In seguito fu impiegata per redigere testi sacri, letterari e scientifici. L’opera più celebre è senza dubbio l’Epopea di Gilgamesh, mitico re di Uruk, che osò sfidare gli dèi per sfuggire alla morte.

I testi sumerici più antichi presentano una scrittura che va da destra verso sinistra, e dall’alto verso il basso. In seguito, e per ragioni ancora sconosciute, subirà una profonda trasformazione e la scrittura cuneiforme sarà diretta da sinistra verso destra, e dall’alto verso il basso, come la nostra.

La scrittura cuneiforme in un primo momento espresse solo la lingua sumerica. Gli evidenti vantaggi della nuova tecnica spinsero poi anche altri popoli a usarla, come gli Accadi, i Babilonesi, gli Assiri e gli Hittiti.