Unificazione tedesca del 1871 per opera di Bismarck

1164
Unificazione tedesca del 1871 per opera di Bismarck

L’Unificazione tedesca del 1871 si realizzò sotto la guida del cancelliere Otto von Bismarck.

Guerra con l’Austria

Il mondo tedesco era frammentato in una quarantina di Stati, tra cui spiccavano Prussia e Austria.

La politica autoritaria e militarista del cancelliere prussiano Bismarck portò il Paese in guerra contro l’Austria, nel 1866.

Al fianco di Bismarck contro l’Austria si schierò anche l’Italia. Con la vittoria nella battaglia di Sadowa (3 luglio 1866), la Prussia stabilì la sua supremazia sull’area germanica, mentre l’Italia, sua alleata, ottenne il Veneto.

Guerra franco prussiana

La vittoria della Prussia e i successivi tentativi per allargare la propria egemonia provocarono la reazione della Francia. Le due potenze arrivarono ben presto a scontrarsi.

Unificazione della Germania

Nel 1871, sconfitta anche la Francia di Napoleone III, il re prussiano Guglielmo I fu proclamato imperatore (18 gennaio 1871) del nuovo impero tedesco, che unificava la Germania.

Per un approfondimento leggi anche:

Dalla guerra franco prussiana all’Unificazione tedesca.

Bismarck, il cancelliere di ferro che unificò la Germania.