Nomi composti: esempi e regole per il plurale

Nomi composti: quali sono, esempi e regole per la formazione del plurale

I nomi composti sono nomi formati dall’unione di due o più parole.

Nella tabella sono riportate alcune regole per la formazione del plurale dei nomi composti, ma dato che esistono numerose eccezioni, è sempre meglio consultare il dizionario in caso di dubbio.

nomi composti esempi formazione del plurale
nome + nome pesce + cane = il pescecane di solito forma il plurale mutando la desinenza finale: i pescecani
nome + aggettivo cassa + forte = la cassaforte di solito forma il plurale mutando la desinenza di entrambi i termini: le casseforti
aggettivo + nome basso + rilievo = il bassorilievo di solito forma il plurale mutando la desinenza finale: i bassorilievi
aggettivo + aggettivo sordo + muto= il sordomuto di solito forma il plurale mutando la desinenza finale: i sordomuti
verbo + nome aspira + polvere = aspirapolvere di solito resta invariato al plurale: gli aspirapolvere. Se però il nome che segue il verbo è maschile, muta la desinenza finale: i passaporti.
verbo + verbo dormi + veglia = il dormiveglia resta invariato al plurale: i dormiveglia
verbo + avverbio posa + piano = il posapiano resta invariato al plurale: i posapiano
preposizione + nome sopra + nome = il soprannome di solito forma il plurale mutando la desinenza finale: i soprannomi
avverbio + aggettivo sempre + verde = il sempreverde di solito forma il plurale mutando la desinenza finale: i sempreverdi
avverbio + verbo bene + stare = il benestare resta invariato al plurale: i benestare
nome + preposizione + nome fico + di + India = il ficodindia di solito forma il plurale mutando la desinenza del primo nome: i fichidindia

 

Nel prossimo articolo: Il plurale dei nomi composti con capo + nome