palazzo reale di dario
Dal palazzo reale di Dario, a Susa (Iran): due sfingi con le teste barbute proteggono l'ingresso del palazzo; le sormonta un disco alato: la rappresentazione più comune di Ahura Mazda, dio venerato dai Persiani

Il Palazzo reale di Dario I a Susa: riassunto di Storia dell’Arte.

Il Palazzo reale di Dario I a Susa: il tempo e il luogo

Intorno alla metà del VI secolo a.C. la regione mesopotamica è interessata dalla prorompente espansione persiana.
Provenienti dall’altopiano iranico, i Persiani, grazie alle travolgenti conquiste dei re Ciro il Grande (559-530 a.C.), Cambise II (530-522 a.C.) e Dario I (521-485 a.C.), danno vita a un vasto impero, esteso dai confini dell’India fino all’Egitto.

1

Susa è la capitale politica, diplomatica e amministrativa dell’impero persiano, laddove Persepoli rappresenta il centro dinastico e l’emblema del potere regio. Susa ebbe il periodo di massimo splendore durante il regno di Dario I.

Il palazzo reale di Dario I a Susa: descrizione e stile

Al re Dario I si deve la costruzione di tutti gli edifici Achemenide della città, per i quali furono impiegate maestranze diverse ed eterogenee.

Su una spianata sopraelevata si ergeva il palazzo reale di Dario, strutturato secondo l’organizzazione degli edifici babilonesi con tre grandi cortili interni circondati dagli appartamenti di rappresentanza e di abitazione.

Contigua al palazzo l’Apadana (la sala delle udienze): 72 colonne alte quasi 20 metri sostenevano il soffitto; le colonne, orgoglio dell’architettura Achemenide, più snelle dei prototipi greci e ornate da capitelli con testa o busto di animali, si moltiplicavano fino all’annullamento ottico delle pareti laterali.

Lungo i muri una processione di soldati affiancati dai geni benevoli sottoforma di leoni e di tori alati: sono gli Immortali, la fedele guardia del corpo del sovrano.

I monumentali rilievi erano realizzati in mattonelle smaltate.

Dopo un grande incendio il palazzo fu ricostruito da Artaserse II (452 a.C.-358 a.C.). Susa si arrese ad Alessandro Magno e infine conobbe il declino.

palazzo reale di Dario I a Susa
Arcieri della guardia reale, in ceramica policroma, V secolo a.C. Dal palazzo reale di Dario I a Susa. Parigi, Museo del Louvre

 

palazzo reale di Dario I a Susa
Grifone alato, particolare della decorazione in ceramica policroma del palazzo reale di Dario I a Susa. Parigi, Museo del Louvre

Nota: nel 1901, fra le rovine della città di Susa, l’archeologo francese Jacques de Morgan ritrovò il Codice di Hammurabi, tra le più antiche raccolte di leggi scritte pervenute. Per un approfondimento leggi Il Codice di Hammurabi, re di Babilonia