Analisi del periodo come si fa, schema, esempi

4824
analisi del periodo

L’analisi del periodo come si fa? In che modo bisogna procedere? Segui attentamente lo schema che ti abbiamo preparato e leggi gli esempi.

Innanzitutto definiamo cos’è l’analisi del periodo: fare l’analisi logica del periodo significa individuare le proposizioni che formano il periodo e riconoscere di ognuna la funzione e le relazioni con le altre proposizioni.

Analisi del periodo schema

In pratica, per fare l’analisi logica del periodo occorre dapprima:

  • individuare e sottolineare tutti i predicati verbali e nominali presenti nel periodo: a ognuno di essi corrisponde una proposizione;
  • dividere con una barretta le proposizioni da cui è formato il periodo.

Procedi poi a individuare:

A) la proposizione principale o indipendente. La proposizione principale può trovarsi non solo all’inizio del periodo, ma anche alla fine o fra due subordinate. L’unico criterio per individuarla con certezza è quello della sua indipendenza sia sul piano sintattico sia sul piano del significato:

Mi ha chiamato perché voleva parlarmi; Se verrete da me domani, vi offrirò quella torta che vi piace tanto; Quando sono in buona compagnia, sono felice.

B) le proposizioni coordinate. Per ognuna indica se è coordinata alla principale o a una subordinata e indica eventualmente il tipo: copulativa, avversativa, disgiuntiva, esplicativa, conclusiva, correlativa;

C) le proposizioni subordinate o dipendenti, che possono trovarsi dopo la frase che le regge, prima o in mezzo. Di ciascuna di esse stabilisci:

  • il grado di subordinazione (1°, 2°, 3°…), indicando se dipendono dalla principale, da una coordinata alla principale, da una subordinata, da una coordinata alla subordinata;
  • la forma della subordinata: esplicita o implicita;
  • la funzione all’interno del periodo: soggettiva, oggettiva, dichiarativa, interrogativa indiretta, relativa, causale, temporale ecc.

Ricorda

  • Le proposizioni sono collegate tra loro da congiunzioni, pronomi, avverbi, preposizioni e segni deboli di punteggiatura.
  • I verbi servili formano un unico predicato con l’infinito che li segue, così i verbi fraseologici e le forme composte.

 

Esempi di frasi analisi del periodo esercizi svolti

Il ragazzo diligente studia la lezione / e fa i compiti.

Il ragazzo diligente studia la lezione = proposizione principale
e fa i compiti = proposizione coordinata alla principale, copulativa.

Vorrei sapere / se posso usare le forbici di cucina / per fare il collage / e per preparare le decorazioni.

Vorrei sapere = proposizione principale
se posso usare le forbici di cucina = proposizone subordinata di 1° grado, esplicita, interrogativa indiretta
per fare il collage = proposizione subordinata di 2° grado, implicita, finale
e per preparare le decorazioni = proposizione coordinata copulativa alla subordinata di 2° grado, finale.

Ci hanno pregato / di venire per tempo

Ci hanno pregato = proposizione principale reggente
di venire per tempo = proposizione subordinata di 1° grado, oggettiva, implicita.

Vi chiedo / che volete per pranzo

Vi chiedo = proposizione principale reggente
che volete per pranzo = proposizione subordinata di 1° grado, interrogativa indiretta, esplicita.

Chiamate subito l’idraulico / che ripari il guasto

Chiamate subito l’idraulico = proposizione principlae reggente
che ripari il guasto = proposizione subordinata di 1° grado, realtiva impropria, finale, esplicita.

Il facchino aiutò subito il viaggiatore, / arrivato con delle pesanti valigie.

Il facchino aiutò subito il viaggiatore = proposizione principale reggente
arrivato con delle pesanti valigie = proposizione subordinata di 1° grado, relativa, implicita.

Ti potrebbero interessare anche: Come si fa l’analisi logica e Come si fa l’analisi grammaticale.