Il leone innamorato e il contadino, favola di Esopo

Il leone innamorato e il contadino dalle favole di Esopo (favolista greco del VI a.C)

Un leone, innamorato della figlia di un contadino, la chiese in sposa. Il contadino era in grosso imbarazzo: dare la figlia a una bestia feroce non voleva e, d’altra parte, aveva paura di rifiutargliela.

Siccome il leone insisteva, immaginò questo espediente: «Senti» gli disse «tu sei uno sposo degnissimo della mia figliola, ma questi dentoni e questi artigli bisogna proprio tagliarli, perché questa benedetta ragazza, a dirla fra noi, ha paura».

Il leone l’amava davvero e chi ama acconsente a tutto e, infatti, sopportò quel doppio sacrificio. Quando però si ripresentò di nuovo dal contadino, questi lo cacciò via a bastonate.

Morale: non bisogna mai spogliarsi di quello che fa paura agli altri, perché chi finisce di temere comincia subito a minacciare.

Leggi le favole di Esopo sul sito Studia Rapido: