L’Italia è una Repubblica parlamentare

1740
repubblica parlamentare

L’Italia è una repubblica parlamentare: che significa?

L’Italia è una Repubblica parlamentare perché il popolo esprime la sua volontà eleggendo il Parlamento (ma non le altre cariche dello Stato).

Il Parlamento rappresenta il popolo; ha sede a Roma e viene eletto ogni 5 anni a “suffragio universale” dai cittadini di entrambi i sessi, purché abbiano raggiunto l’età stabilita dalla legge (18 anni per la Camera; 25 anni per il Senato).

Il Parlamento è composto dalla Camera dei Deputati, di 630 membri, e dal Senato della Repubblica di 315 membri più 5 senatori a vita (art. 55 della Costituzione). Sono eleggibili i cittadini che abbiano superato il 25° anno di età per la Camera, quelli cha abbiano compiuto il 40° per il Senato.

Con l’insediamento del nuovo Parlamento ha inizio la legislatura.

Quello italiano è un sistema parlamentre “bicamerale perfetto“, perché le due Camere (quella dei Deputati e quella dei Senatori) hanno poteri e funzioni identiche.

Esse lavorano separatamente l’una a Palazzo Montecitorio, l’altra a Palazzo Madama, ma si riuniscono in seduta comune in tre casi: l’elezione del Presidente della Repubblica (art. 83); la nomina di un terzo dei giudici del Consiglio Superiore della Magistratura (art. 104) e di un terzo dei membri della Corte Costituzionale (art. 135).

Oltre a esercitare il potere legislativo, il Parlamento determina l’orientamento politico del Governo, gli concede o gli nega la fiducia e ne controlla gli atti (art. 94).

Studia Rapido è un progetto editoriale che ha come obiettivo la promozione e la condivisione della Cultura. Storia, Arte, Filosofia, Letteratura e tutte le materie che apprendiamo negli anni della scuola e con il tempo si dimenticano, diventano riassunti e articoli utili a superare con successo le prove scolastiche: un veloce ripasso prima dell'interrogazione, la preparazione di un compito in classe, l'aiuto a redigere la tesina di fine anno. Con un linguaggio chiaro, semplice e coinvolgente, come se fossero notizie che “accadono” oggi, le materie scolastiche diventano attuali e affascinanti