Pasifae moglie di Minosse e madre del Minotauro

65
Pasifae moglie di Minosse e madre del Minotauro

Pasifae era la figlia del dio Sole e della ninfa Perseide nonché moglie di Minosse, il mitico re di Creta.

Pasifae e il toro bianco

Minosse aveva promesso a Poseidone, dio del mare, di sacrificare in suo onore il primo animale che fosse venuto dal mare.

Poseidone inviò allora un toro bianco talmente bello che Minosse non ebbe il coraggio di ucciderlo; lo mandò invece tra le sue mandrie e sacrificò al suo posto un altro animale.

Per punire la disobbedienza di Minosse, Poseidone, con l’aiuto di Afrodite, la dea dell’amore, fece innamorare la regina Pasifae, moglie del re Minosse, del toro venuto dal mare.

Cosa costruisce Dedalo per Pasifae?

Pasifae incaricò quindi l’architetto di corte Dedalo di costruire una vacca di legno vuota all’interno e ricoperta di pelle bovina; la regina entrò nella falsa vacca e si unì con il toro.

Pasifae e il Minotauro

Dall’unione tra la regina Pasifae e il toro nacque il Minotauro (letteralmente il “toro di Minosse”), una creatura mostruosa con il corpo di uomo e la testa di toro.

Dedalo costruì allora un labirinto, in cui il Minotauro venne rinchiuso.

Intanto il re Minosse aveva sconfitto Atene e come tributo di guerra aveva chiesto l’invio a Creta, ogni nove anni, di sette fanciulli e sette fanciulle da sacrificare al Minotauro.

Successivamente, Teseo, il figlio del re di Atene, per porre fin a questo tragico rituale, si offrì come vittima e giunse a Creta.

Arianna, figlia di Minosse e Pasifae, si innamorò di lui e gli fornì un gomitolo di filo rosso da dipanare lungo i corridoi del labirinto, per uscirne una volta ucciso il fratellastro.

Teseo, dopo una furiosa lotta, uccise il mostro con la spada di Egeo, suo padre e re di Atene, e uscì salvo dal labirinto, seguendo la strada indicata dal filo.

Subito dopo, Teseo e Arianna fuggirono insieme da Creta. Teseo abbandonò però la fanciulla sull’isola di Nasso. Qui, Arianna incontrò il dio Bacco, che la rese sua sposa.