Preistoria: definizione, periodi, caratteristiche

27847
Preistoria: definizione, periodi, caratteristiche

Preistoria riassunto: definizione, periodi, caratteristiche principali.

Preistoria significato

Il termine Preistoria “prima della storia”, dal latino pre, prima, e historia, storia. Il termine è stato coniato nel XIX secolo per dare una periodizzazione scientifica al passato.

Quando ebbe inizio la Preistoria?

La Preistoria è quel periodo di tempo che va dalla comparsa dell’uomo sulla Terra – circa 2 milioni e 500 mila anni fa in Africa – fino all’invenzione della scrittura, tradizionalmente fatta risalire al IV millennio a.C. in Mesopotamia (odierna Iraq).

Quando finisce la Preistoria e inizia la Storia?

Alla comparsa delle prime forme di scrittura si fa convenzionalmente coincidere l’inizio della Storia vera e propria, perché l’uomo ha lasciato memoria di sé con testimonianze scritte.

Preistoria caratteristiche

La Preistoria non è un’epoca “priva di civiltà” come a prima vista verrebbe da pensare.

Prima di esprimersi con la scrittura, infatti, i nostri antenati hanno lasciato segni della loro esistenza attraverso l’arte e la tecnica: il disegno, l’incisione o la lavorazione dei materiali, sono connesse allo sviluppo del linguaggio e di forme di organizzazione sociale.

Erano inoltre praticate la danza, come attestano le orme di talloni impresse nell’argilla e disposte in modo da far pensare a movimenti ritmici, e la musica, testimoniata dai resti di rudimentali flauti ricavati da ossa forate. In che modo siano sorte queste forme non verbali di espressione resta ancora in gran parte un mistero.

Quali sono i tre periodi della Preistoria?

La Preistoria viene solitamente suddivisa in 3 periodi principali:

  1. Paleolitico (o Età della Pietra Antica, da palaiós “antico” e lithos “pietra”) da 2.500.000 a 10.000 anni a.C. Gli umani vivono in gruppi nomadi e praticano caccia, pesca e raccolta. Per un approfondimento leggi Il Paleolitico: fasi e caratterristiche. Riassunto
  2. Mesolitico (o Età della Pietra di Mezzo, da mesos “medio” e lithos “pietra”) da 10.000 all’8000 a.C. Per un approfondimento leggi Il Mesolitico: definizione e caratteristiche.
  3. Neolitico (o Età della Pietra Nuova, da nèos “nuovo” e lithos “pietra”) dall’8000 al 4000 a.C. Nasce l’agricoltura e l’allevamento, da cui scaturiscono importanti conseguenze. Per un approfondimento leggi Il Neolitico: definizione e caratteristiche.

Molti strumenti di indagine scientifica hanno permesso di ricostruire la lunga evoluzione della specie umana, a cominciare dal prezioso testo dell’inglese Charles Darwin, L’origine della specie, in cui è esposta la teoria dell’evoluzione naturale.