Rime nuove – Giosue Carducci, contenuto dell’opera

1430
Rime nuove di Giosue Carducci
Rime nuove di Giosue Carducci

Rime nuove è una raccolta poetica di Giosue Carducci. Riunisce 105 poesie scritte fra il 1861 e il 1887. Si tratta di poesie in parte nate nello stesso arco di tempo dei Giambi ed Epodi e delle Odi barbare.

Rime nuove di Giosue Carducci – Contenuto dell’opera

Il primo libro comprende la sola ode Alla rima.

Il secondo libro è composta da 34 sonetti di argomento personale (tra i quali il noto Traversando la Maremma toscana) o dedicati a grandi personaggi (Omero, Virgilio, Dante, Petrarca, Ariosto).

Nel terzo Carducci raccoglie 25 componimenti a tema autobiografico (celebri Pianto antico e San Martino).

Il quarto comprende cinque lunghe poesie (le tre Primavere elleniche, racchiuse tra Ad Alessandro d’Ancona e Una rama d’alloro).

Il quinto è di tono elegiaco, di nostalgia per il tempo perduto (Davanti San Guido) e per le età eroiche (la Roma repubblicana, l’Età comunale, la Rivoluzione francese, il Risorgimento italiano).

Nel sesto s’intrecciano mito e storia, attraverso ballate e romanze (come I due titani, La leggenda di Teodorico).

Il settimo comprende i 12 sonetti de Ça ira. Settembre 1792, dedicati alla Rivoluzione francese.

Il libro ottavo comprende, infine, la traduzione di romanze e ballate di poeti romantici tedeschi, spagnoli, portoghesi e francesi.

I metri della raccolta sono assai vari: si va dal sonetto al madrigale, dagli endecasillabi sciolti agli alessandrini, dalle terzine dantesche alla romanza.