Metateatro o Teatro nel teatro, esempi

Cos’è il Metateatro o Teatro nel teatro ed opportuni esempi

Si chiama metateatro o teatro nel teatro una particolare tecnica teatrale: durante la recita si mette in scena un’altra recita. Gli attori sulla scena assistono a un’altra rappresentazione teatrale e si trasformano essi stessi in spettatori.

Uno spettacolo ne contiene un secondo. Realtà e finzione in tal modo si scambiano le parti, si alternano e si mescolano, cosicché diventa difficile distinguerle.

Questa tecnica la si ritrova già nelle commedie di Plauto. È messa in pratica da William Shakespeare nell’Amleto, in cui il protagonista mette in scena l’omicidio del padre commesso dallo zio Claudio, e da Carlo Goldoni ne La locandiera, in cui la finzione di Mirandolina con i suoi spasimanti è vista dai critici come una commedia recitata all’interno della commedia stessa.

La tecnica del metateatro o teatro nel teatro sarà ripresa dal teatro novecentesco e da Luigi Pirandello, che ha scritto una trilogia da lui denominata appunto “teatro nel teatro”. Si tratta di Sei personaggi in cerca d’autore (1921), Ciascuno a suo modo (1923), Questa sera si recita a soggetto (1928-29).