Quo vadis significato e origine

73
Quo vadis significato

Quo vadis significato «Dove vai?» è la frase che, secondo quanto riportato nel libro apocrifo degli Atti di Pietro, l’apostolo Pietro rivolse a Gesù sulla via Appia, mentre era in fuga dal carcere Mamertino di Roma, per evitare il martirio.

Secondo un’antica leggenda, infatti, Pietro, in fuga dalle persecuzioni dei cristiani dell’imperatore Nerone, ebbe una visione di Cristo con la croce che camminava nella direzione opposta, cioè verso Roma. Pietro chiese a Gesù: «Domine quo vadis?», «Signore, dove vai?».

Gesù gli rispose: «Roman, ut iterum crucifigar», «Vado a Roma, per essere crocifisso una seconda volta».

Pietro capì che questo significava che lui stesso doveva tornare a Roma e non sottrarsi alla sua sorte, che era quella di morire come il suo Maestro.

Pietro, infatti, tornò a Roma e morì crocifisso nel luogo dove oggi sorge la Basilica di San Pietro.

Anzi, non sentendosi degno di morire come il suo Maestro, chiese di essere crocifisso a testa in giù, per punirsi del fatto di averlo rinnegato al momento dell’arresto.

L’episodio è famoso soprattutto per essere stato raccontato nel romanzo Quo vadis? dello scrittore polacco Henryk Sienkiewicz, al quale si sono ispirati diversi film.

Nel luogo dove, invece, secondo la leggenda, è avvenuto l’incontro tra l’apostolo Pietro e Gesù sorge la chiesa di Domine Quo Vadis a Roma.