Anita Garibaldi, compagna di Giuseppe. Breve biografia
Pietro Bouvier, Anita Garibaldi morente, 1864. Museo del Risorgimento, Brescia

Anita Garibaldi, compagna di Giuseppe Garibaldi. Breve biografia

Tra il 1835 e il 1848 Giuseppe Garibaldi soggiornò in America Latina, dove partecipò alle numerose guerre che seguirono all’indipendenza. Combatté in Brasile e difese l’Uruguay dagli attacchi della potente Argentina.

In Brasile, nel 1839, Garibaldi si legò ad Anita (1821-1849) una bellissima creola già sposata (1835) a Manuel Duarte de Aguiaz. Nonostante ciò, Anita da allora in poi seguì Garibaldi in tutte le sue imprese e gli diede quattro figli: Menotti, Rosita (morta ad appena due anni), Teresita e Ricciotti. Anita sposò Garibaldi nel 1842, a Montevideo, dopo la morte del suo primo marito.

Anita Garibaldi, descritta dalle cronache come donna forte e combattiva, oltre che abile cavallerizza, rimase a fianco di Giuseppe in tutte le sue azioni.

Nel luglio 1849, dopo la caduta della Repubblica romana, nonostante fosse malata, seguì il marito che tentava di sfuggire agli eserciti francese e austriaco e di raggiungere Venezia con alcune migliaia di uomini.

Costretto a congedare i suoi uomini a San Marino, e rimasto solo con Anita, Garibaldi continuò l’avventurosa fuga che, però, per Anita terminò in una fattoria a Mandriole, alle porte di Ravenna, dove morì il 4 agosto 1849, a soli 28 anni, stremata da tante fatiche e peripezie, in stato di avanzata gravidanza.