A Zacinto
Nascita di Venere, 1482-1485, Sandro Botticelli, Galleria degli Uffizi, Firenze

A Zacinto, dai Sonetti di Ugo Foscolo

Metrica: sonetto di endecasillabi rimati ABAB ABAB CDE CED

Né più mai toccherò le sacre sponde
Ove il mio corpo fanciulletto giacque,
Zacinto mia, che te specchi nell'onde
Del greco mar da cui vergine na...

Caro amico di Studia Rapido, per continuare la lettura di questo articolo, registrati con la tua email.

REGISTRATI

Se sei già registrato inserisci la tua email e password qui sotto.

Grazie e buona lettura!