Il passato prossimo

Il passato prossimo indica un’azione accaduta e compiuta nel passato, ma ancora legata in qualche modo al presente.

Il passato prossimo può riferirsi:

  • a un fatto avvenuto in un periodo di tempo molto recente (oggi, poco fa);

 

  • a un fatto avvenuto in un periodo di tempo non del tutto terminato (quest’anno, questo mese);

 

  • a un evento che pur lontano mantiene i suoi effetti nel presente;

 

  • oppure a un evento che pur lontano è avvertito da chi parla e scrive come ancora vicino.

Esempi:

Martina ha urlato; ha forse bisogno di aiuto? → azione compiuta, ma recente.

Luca si è trasfrito qui tre anni fa. → azione che si proietta nel presente.

Quell’uomo ha avuto sempre una grande fortuna. → azione che continua nel presente.

Ti potrebbero interessare:

Presente indicativo: quando si usa – esempi

Imperfetto indicativo: quando si usa – esempi

Passato remoto o prossimo: quando usarli?

Trapassato prossimo: quando si usa? come si forma

Trapassato remoto: si usa ancora? quando?

Futuro semplice in Italiano: quando si usa – esempi

Futuro anteriore: quando si usa – esempi